La muffa da condensa è uno dei problemi che affliggono maggiormente gli edifici. Oltre che ad essere anti-estetica, può rappresentare un’enorme problematica per quanto riguarda la salute.

Quali sono i fattori legati alla diffusione della muffa?

I fattori che portano alla formazione e diffusione della muffa da condensa sono:

  • Bassa temperatura delle pareti
  • Umidità relativa elevata
  • Presenza sulle pareti di sostanze organiche delle quali le muffe si nutrono

Quali sono le problematiche per la salute causate dalla muffa?

La muffa porta molti svantaggi che sono nocivi per lo stato di salute delle persone, tra questi ci sono:

  • Anche in soggetti perfettamente sani, l’inalazione di queste muffe può essere un elemento che contribuisce al presentarsi di asma, allergie, riniti e raffreddori continui.
  • Per quanto riguarda invece le persone che già soffrono di problemi respiratori, la presenza della muffa farà aggravare maggiormente queste patologie.
  • Per le persone che hanno un sistema immunitario indebolito da malattie precedenti o attuali, come i malati oncologi o con malattie autoimmuni, è necessario che l’ambiente interno sia il più salubre possibile. La presenza della muffa da condensa e il tentativo di eliminarla con metodi sbagliati, causa solo peggioramenti alla salute.

Come evitare ed eliminare la muffa da condensa?

Per evitare la formazione della muffa, si consiglia di controllare alcuni parametri per valutare la situazione della parete presa in considerazione.

  • Temperatura dei muri: può essere aumentata con l’insufflaggio o con l’installazione di un cappotto termico.
  • Umidità relativa che non deve superare il 60%: occorre fare frequenti ricambi d’aria o affidarsi alla ventilazione meccanica controllata o ad un deumidificatore.
  • Presenza di sostanza organica di cui si nutrono le muffe: si può eliminare usando della tinteggiatura senza colle animali, quindi tinte di tipo minerale come la calce.

Cosa non fare per rimuovere la muffa?

Nel tentativo di eliminare la muffa, non bisogna però usare determinati metodi poichè sono alquanto scadenti, tra questi troviamo:

  • Candeggina: non risolve definitivamente la problematica, le sostanze di cui si nutrono le muffe rimangono sempre sulla parete.
  • Pitture antimuffa: la pittura non toglie la problematica della condensa, la quale si ripresenterà ogni inverno quando si avrà il raffreddamento delle pareti di casa.
  • Prodotti naturali: alcuni esempi sono il bicarbonato o l’aceto, i quali anch’essi però danno soltanto l’illusione di risolvere il problema.
  • Pannelli artificiali coprenti: inserendo sulla parete interna dei pannelli artificiali la muffa verrà soltanto nascosta ed oltre a non risolvere il problema, la muffa si prolifererà indisturbata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.